condividi 
Abruzzo

+++ Addio a don Francesco, vescovo di Pescara del Tronto +++

Rescuers search a crumbled building in Arcuata del Tronto, central Italy, where a 6.1 earthquake struck just after 3:30 a.m., Wednesday, Aug. 24, 2016. The quake was felt across a broad section of central Italy, including the capital Rome where people in homes in the historic center felt a long swaying followed by aftershocks. (ANSA/AP Photo/Sandro Perozzi) [CopyrightNotice: ap]
condividi 

Un altro lutto si e aggiunto alla comunita di Arquata, in provincia di Ascoli Piceno, gia’ pesantemente colpita dal devastante terremoto del 24 agosto scorso. E’ morto infatti all ‘eta’ di 72 anni, Don Francesco Armandi, il parroco di Pescara del Tronto e di altre frazioni del paese come Capodacqua, Pretare e Piedilama. Da 40 anni presente ad Arquata, il religioso era una delle colonne portanti della comunita’ locale e dopo il sisma si era molto battuto e impegnato per la ripresa della vita sociale nel suo territorio. Profondo conoscitore anche del patrimonio artistico ospitato nella chiese del paese – avevano partecipato con grande pigloo e competenza anche ad una conferenza stampa tenutasi nell ottobre scorso ad Ascoli e nella quale il Fai aveva lanciato il progetto di recupero dell’oratorio della Madonna del Sole, tempietto ottagonale di grande pregio storico e architettonico seriamente danneggiato dal sisma. La scomparsa di Don Francesco ha provocato grande commozione sia nei cittadini di Arquata del Tronto che si trovano in larga maggioranza sfollati sulla costa Adriatica o ad Ascoli e dintorni, che in quelli che abitano a Roma e che nel comune montano del Piceno vengo a trascorrere le vacanze. Da ricordare che nella sola frazione di Pescara del Tronto Il terremoto di agosto 2016 provoco’ 47 vittime sulle 51 complessive nell’ Ascolano . Le scosse resero inoltre inagibili tutte le 13 chiese di Arquata, distruggendo completamente quella di Pescara.

Archivio
salvataggio rigopiano