CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
lunedì, 16 luglio 2018

Cassa Forense ha pubblicato una serie di bandi di assistenza per l’erogazione di contributi in favore dei genitori avvocati che abbiano figli all’asilo, alla scuola superiore o all’università.

Ecco cosa prevede il bando per i figli degli avvocati che frequentino l’università.

Cassa Forense ha pubblicato un bando di assistenza per l’assegnazione di borse di studio in favore di studenti universitari, figli di iscritti alla Cassa. Sono destinatari del bando gli studenti universitari o di istituti equiparati. Il bando erogherà contributi fino allo stanziamento di 500 mila euro.

L’importo della borsa di studio, erogato in unica soluzione, è di:

a)  € 2.500,00 lordi per la frequenza di università o istituti a essa equiparati;

b)  € 3.500,00 lordi per la frequenza di università o istituti a essa equiparati, ubicati in un comune distante più di 100 km da quello di residenza del beneficiario.

Mamme avvocato: requisiti per l’ammissione alla borsa di studio

Per l’ammissione alla borsa di studio sono richiesti i seguenti requisiti:

a)  essere figlio di iscritto a Cassa Forense che risulti, quest’ultimo, in regola con le prescritte comunicazioni reddituali;

b)  essere studente universitario o di istituti equiparati non oltre il primo anno fuori corso;

c)  non aver superato i 26 anni di età alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda;

d)  avere superato i 4/5 degli esami previsti dal piano di studi con una media aritmetica o ponderata non inferiore a 27/30;

Mamme avvocato: come presentare la domanda

La domanda per l’assegnazione della borsa di studio, sottoscritta dal richiedente, deve essere inviata entro il 30 novembre 2017, a pena di inammissibilità, a mezzo PEC dedicata ([email protected]).  Per la presentazione della domanda deve essere utilizzato il modulo pubblicato sul sito internet www.cassaforense.it. Al modulo, debitamente compilato, deve essere allegata la seguente documentazione:

a)  certificazione o autocertificazione attestante la frequenza dell’istituto universitario, gli esami superati e la media dei voti;

b)  attestazione ISEE rilasciata nell’anno 2017;

c)  fotocopia del documento di identità del richiedente.

Mamme avvocato: graduatoria per la borsa di studio

Le borse di studio sono erogate, fino a esaurimento dell’importo complessivo previsto dal bando, secondo una graduatoria formata in ordine crescente dei valori ISEE.

 

 

(Fonte MasterLex)