CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
lunedì, 19 febbraio 2018

Avvocati. Nuovo bonus della Cassa Fornese: Il bando per l’acquisto di nuovi strumenti informatici

Nuovo bonus della Cassa Forense per gli avvocati che hanno acquistato computer, o strumenti informatici per lo studio legale. Ecco come chiedere il rimborso del 50% della spesa sostenuta.

Il bando permette ai tanti avvocati di adattarsi alle nuove tecnologie acquistando del materiale informatico innovativo – ma soprattutto costoso – grazie ad un aiuto economico fornito dalla Cassa Forense.

I contributi sono erogati, fino a esaurimento dell’importo complessivo previsto dal
bando, secondo una graduatoria inversamente proporzionale all’ammontare del
reddito professionale del richiedente.

Ecco cosa prevede il bando:

Art.1 – Oggetto
Cassa Forense, ai sensi dell’art. 14, lett. a7) del Regolamento per l’erogazione
dell’assistenza e come da delibera adottata dal Consiglio di Amministrazione nella
seduta del 28 luglio 2017, indice per l’anno 2017 un bando per l’assegnazione di
contributi, fino allo stanziamento di € 3.000.000,00, per l’acquisto di nuovi strumenti informatici per lo studio legale.

Art. 2 – Destinatari
Sono destinatari del bando gli avvocati iscritti alla Cassa in possesso dei requisiti di
cui al successivo art. 4 che non hanno percepito il medesimo contributo per l’anno
2016.

Art. 3 – Importo
Il contributo una tantum sarà pari al 50% della spesa documentata, non inferiore ad €
300,00 al netto di IVA, per l’acquisto di nuovi strumenti informatici per lo studio legale effettuato nell’anno 2016 e nell’anno 2017.
Il contributo non può essere superiore ad € 1.500,00.
Sono rimborsabili esclusivamente le spese sostenute per l’acquisto dei seguenti
strumenti informatici limitatamente a uno per ogni tipologia:
• computer;
• monitor;
• stampante;
• scanner;
• fax;
• tablet;
• fotocopiatrice, anche multifunzione;
• licenze software per la gestione degli studi legali;
• strumenti per la conservazione e protezione dei dati dello studio.

Art. 4 – Requisiti per l’ammissione alla graduatoria
Per l’ammissione alla graduatoria di cui al successivo art. 6 sono richiesti i seguenti
requisiti:
a) essere in regola con le prescritte comunicazioni reddituali alla Cassa;
b) avere dichiarato nel Mod.5/2017 un reddito professionale inferiore a €
40.000,00.

Art. 5 – Modalità e termini della domanda
La domanda deve essere inviata entro il 16 gennaio 2018, fermo restando il riferimento alla competenza 2017, esclusivamente tramite l’apposita procedura on-line attivata sul sito internet della Cassa www.cassaforense.it. Non sono ammesse domande presentate con modalità e/o canali diversi.

Unitamente alla domanda il richiedente deve produrre, sempre con modalità
telematica, copia della fattura/e relativa/e all’acquisto di nuovi strumenti informatici per lo studio legale intestata/e al richiedente.

Art. 6 – Graduatoria
I contributi sono erogati, fino a esaurimento dell’importo complessivo previsto dal
bando, secondo una graduatoria inversamente proporzionale all’ammontare del
reddito professionale del richiedente.

In caso di parità di reddito, la precedenza è determinata dalla minore età anagrafica e, in caso di ulteriore parità, dalla maggiore anzianità di iscrizione alla Cassa.

Con la presentazione della domanda si autorizza Cassa Forense a pubblicare sul sito
internet la graduatoria senza indicazione del nominativo ma con codice meccanografico/numero di protocollo domanda, reddito professionale utilizzato ai fini della graduatoria, data di nascita del richiedente e numero anni di iscrizione alla Cassa.