CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
domenica, 19 agosto 2018

LA notizia è riportata sul noto sito ilmeteo.it

Nelle ultime ore si sta registrando una anomalia termica tra la Spagna e Portogallo con città come Siviglia, Granada, Merida e Badajoz che hanno toccato valori da record, fino a 49.8°C; sebbene queste città siano in qualche modo più abituate al caldo di noi, comunque queste punte sono da considerarsi eccezionali.
Questa strana bolla di aria calda, come un palloncino dilatato, si è espansa verso nord fino ad insolite latitudini nel Mediterraneo e nei prossimi giorni potrebbe registrarsi un dato che per certi versi può rappresentare un record, ovvero una temperatura di +31 gradi a 1500 metri sul mar Mediterraneo fino alla Sardegna, questo palloncino caldo potrebbe poi dilatarsi verso l’Italia nel corso della settimana.

Ci sono due aspetti su cui ulteriormente soffermarsi: il primo strettamente climatico, il secondo meteorologico, classico.

Da un punto di vista climatico questa anomalia è chiaramente uno dei tanti sintomi e segnali che il nostro pianeta ci sta dando, tutti collegati alla malattia che dobbiamo combattere insieme e che si chiama surriscaldamento globale.

Dal punto di vista squisitamente meteo, questa anomalia se da un alto farà schizzare la colonnina di Mercurio, dall’altro accentuerà i contrasti con l’aria più fresca che giunge da nordest e dai Balcani sotto forma di grandine, trombe d’aria e pure tornado e l’Italia si troverà nei prossimi giorni incastrata tra l’incudine e il martello di questa lotta tra due forze contrapposte che non sono altro, in realtà, delle due facce della stessa medaglia, quella della estremizzazione e tropicalizzazione del clima che il nostro paese, alle medie latitudini, sta subendo forse anche più di altri. E questa Estate 2018 ne è un esempio.