Cronaca

il  3 gennaio 11:37

Calendario 2015, niente ponti e feste saltate
Pochi giorni di riposo per i lavoratori italiani

Il 2015 è iniziato con un “ponte” ma non sarà purtroppo un anno all’insegna dei weekend lunghi. Quello che è alle porte è infatti uno dei pochi giorni liberi che ci attenderanno nei prossimi 365 giorni.

Saranno pochi i giorni del calendario che si presteranno ad allungare le feste tradizionali. Solo il 2 giugno, Festa della Repubblica, si potrà usufruire di una fortunata coincidenza che permetterà un “ponte” con un “giorno rosso” del calendario.

Oltre ai “ponti saltati”, il 2015 sarà, più in generale, un anno con poche festività. A settembre e ottobre non ci saranno, a livello nazionale, giorni di festa. A novembre salta anche il giorno di riposo della Festa di Ognissanti che cadrà di domenica. Per quanti non lavorano il sabato un’altra festività persa sarà quella di Santo Stefano: un piccolo “ponte” fino alla domenica 27 per chi invece è abituato a lavorare nel sesto giorno della settimana.

La rivincita di chi può fare “ponte” si avrà il prossimo anno: dal 31 dicembre 2015 (che verrà di giovedì) si potrà stare a casa, con il permesso del datore di lavoro, fino a domenica 3 gennaio 2016. E, per chi ha un “capo” particolarmente elastico, si potranno protrarre le vacanze fino a mercoledì 6, se si riescono a mettere insieme lunedì 4 e martedì 5.