CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
martedì, 25 settembre 2018

MILANO, 13 FEB – C’è chi trovandosi in una città ne approfitta per andare ad assistere all’opera in cartellone e chi sceglie la destinazione perché c’è un evento o un Festival. Un altro segmento in cui si sta frazionando il turismo, richiamando nuovi viaggiatori, è quello musicale. Per il momento tra italiani e stranieri, ne intercetta 8.000 l’anno, ma negli ultimi due ha avuto una crescita del 10%. Al punto che a giugno a Bergamo i più importanti Festival Europei si incontreranno per costruire un network e condividere un modello di turismo culturale. Il progetto è stato presentato alla Bit. “E’ un settore – spiega Andrea Cortelazzi, responsabile di Sipario Musicale, tour operator specializzato da 23 anni – che richiama turisti di fascia medio alta. Sono persone che magari hanno anche già visitato le più importanti città e che se ci ritornano devono avere un motivo diverso dal solito: ad esempio stiamo organizzando un viaggio a Parigi, dove il soprano Anna Netrebko vestirà per l’ultima volta i panni di Violetta”.

2018-02-13_1131772239