CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
giovedì, 19 aprile 2018

Emorragia cerebrale- L’incidente cerebrovascolare (ACV), detto anche ictus o emorragia cerebrale, colpisce ogni anno circa 15 milioni di persone in tutto il mondo, ed è la seconda causa di morte tra le persone che hanno più di 60 anni. Si presenta quando si interrompe il flusso sanguigno verso il cervelloa causa di un blocco in qualche vaso sanguigno oppure della rottura totale di uno di essi.

 

Individuare i sintomi

Individuare in tempo i sintomi di un incidente cerebrovascolare è molto importante.

I segni che permettono di individuare un’emorragia cerebrale in tempo-come riportato da viverepiùsani– sono :Assopimento improvviso o debolezza in qualche parte del nostro viso, nelle gambe o nelle braccia. In generale tale sintomo si produce su un solo lato del corpo. Difficoltà nel parlare, capire o concentrarsi. Perdita della coordinazione motriceNausee improvvise o difficoltà nel camminare. Mal di testa improvviso. Perdita della vista di uno o entrambi gli occhi.

Si stima che circa l’88% dei casi di ictus siano di tipo ischemico, ovvero provocati da un coagulo di sangue o dall’ostruzione di un’arteria che porta sangue al cervello.

Il restante 12% viene denominato emorragico e si verifica quando i vasi sanguigni si rompono, spargendo sangue nel cervello e attorno ad esso.

Anche se in alcuni casi gli incidenti cerebrovascolari non possono essere evitati ed i sintomi compaiono molto velocemente, a livello generale, è moltissimo ciò che possiamo fare per prevenire questa condizione.

 

Prevenire l’emorragia cerebrale seguendo queste indicazioni

Tenere sotto controllo l’ipertensione, fare attività fisica, smettere di fumare, controllare il colesterolo, perdere perso, evitare lo stress, controllare le emozioni e il diabete. Mangiare cibi contenenti omega3