CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
martedì, 17 luglio 2018

GIGI D’ALESSIO NEI GUAI: L’ACCUSA È MOLTO GRAVE. STA SUCCEDENDO IN QUESTE ORE.

Brutte notizie per il noto cantautore napoletano Gigi D’Alessio: l’autore partenopeo è stato infatti rinviato a giudizio dal Tribunale di Roma con l’accusa di evasione fiscale. Al termine dell’udienza preliminare che si è svolta ieri, come riporta Il Tempo, il gip del Tribunale capitolino Pierluigi Balestrieri ha deciso per il rinvio a giudizio del cantante: il processo contro D’Alessio dovrebbe cominciare a settembre. Stando a quanto appurato dai magistrati e dai militari della Guardia di Finanza, D’Alessio, proprietario del 95% delle quote della Gdg Productions, insieme al suo socio Antonio Albo e ai due legali della società che si sono avvicendati tra il 2009 e il 2010, avrebbero presentato una infedele dichiarazione dei redditi, per l’anno di imposta relativo al 2010, evadendo, in tutto, 1 milione e 700mila euro di tasse.

IL RINVIO 

Lo scorso aprile, il Tribunale di Roma aveva rinviato a giudizio anche Claudio D’Alessio, figlio di Gigi: in quel caso, però, le accuse erano diverse. Il figlio del cantante, infatti, è accusato di violenza privata e lesioni. Nell’estate del 2014, infatti, D’Alessio junior avrebbe malmenato la sua colf, come denunciato dalla donna, al culmine di una lite con la sua compagna dell’epoca, Nicole Minetti: la collaboratrice domestica si sarebbe lamentata del rumore provocato dal diverbio tra i due, venendo aggredita dal figlio del cantante.