MILANO, 13 AGO – La Grande Guerra ha portato ad una serie di innovazioni che, perfezionate, sono attuali ancora oggi. Alcune di esse sono state illustrate, fra documenti storici e curiosità, dal gen.di brigata Antonio Pennino, direttore del Centro Studi Post Conflict Operations del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, ieri sera in un incontro organizzato da Pontedilegno-Mirella Cultura nell’ambito della rassegna “Una montagna di cultura… la cultura in montagna”. Durante la serata, alla presenza del sindaco Aurelia Sandrini, il Generale ha parlato dei vari aspetti di quelle innovazioni, tra le quali, le prime fotografie aeree, con l’uso di palloni aerostatici o gli scaldarancio, precursori del modernissimo kit di sopravvivenza. La rassegna, dopo il concerto di questa sera, domenica, con protagonisti Ramin Bahrami e il suo allievo Andrea Palermo, prosegue domani con la tavola rotonda “Attualità di Bach e dei grandi compositori” e il 16 con il concerto “Fuoco sacro” sempre di Bahrami.

2017-08-13_1131676540