CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
martedì, 14 agosto 2018

ROMA, 13 FEB – A sei mesi dalla decisione del Governo di rinviare l’ambasciatore d’Italia al Cairo dopo l’omicidio di Giulio Regeni, la famiglia del ricercatore italiano parla di “fallimento” della missione a lui affidata che “doveva consentire il raggiungimento della verità processuale su ‘tutto il male del mondo’ inferto su nostro figlio”. E aggiunge: “Crediamo sia necessario un immediato cambio di rotta”, con “l’immediata consegna dei video della metropolitana” e “la concertazione di una strategia investigativa” comune tra Egitto e Italia.

2018-02-13_1131778796