CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
lunedì, 19 febbraio 2018

MILANO, 13 FEB – E’ stata effettuata l’autopsia sul corpo di Jessica Valentina Faoro, la 19enne uccisa con quaranta coltellate in via Brioschi, a Milano, il 7 febbraio scorso. Prima che il medico legale possa dare un esito certo passeranno alcune settimane ma, da quanto si è saputo, dai primi accertamenti, eseguiti ieri, risulterebbe che la ragazza non ha subito violenza sessuale prima di essere ammazzata da Alessandro Garlaschi, il tranviere di 39 anni in carcere per l’omicidio. Gli investigatori, coordinati dal pm Cristiana Roveda, stanno cercando riscontri sui giorni precedenti all’omicidio. La notte tra il 31 gennaio e il 1 febbraio, la giovane aveva richiesto l’intervento dei carabinieri perché la aiutassero a recuperare i suoi effetti personali a casa dell’uomo, di cui era ospite. La 19enne aveva raccontato di volere lasciare la casa perché quella sera, mentre riposava, Garlaschi le aveva “accarezzato il braccio spaventandola”. Nei giorni successivi, però, era tornata a vivere nell’appartamento del tranviere.

2018-02-13_1131770875