CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
mercoledì, 19 dicembre 2018

«Stavo guidando, quando improvvisamente mi si è appannata la vista e, non so come dire, non sentivo più il cuore», ha raccontato al Corriere della Sera la conduttrice Katia Follesa. Ha scoperto di avere una cardiopatia congenita in età avanzata. «Dopo che ho parlato per la prima volta della malattia, mi hanno chiamata molte persone. Per la gente i personaggi pubblici sono figure intoccabili, inavvicinabili… il fatto che tu possa avere una patologia come chiunque, porta a riflettere, per questo è importante mandare un messaggio positivo».

Ha una bimba piccola Katia Follesa

«C’era il 50 per cento di probabilità che Agata ereditasse la cardiomiopatia. Per fortuna non è così, ma nell’ipotesi di un secondo figlio è una riflessione che, da un paio d’anni, faccio. A 42 anni sapere di poter mettere al mondo un figlio che può avere questi problemi mi fa dire che no, non lo farei». Oggi è serena Katia e tiene sotto controllo la malattia. E’ monitorata e tutto sembra procedere per il meglio.