29 settembre 11:33  |  Calcio

Il Kun Aguero ha vissuto decisamente una brutta serata. Il campione argentino del Manchester City nella notte è stato coinvolto in un incidente stradale ad Amsterdam. Per lui alcune costole fratturate, dolore e tanto spavento. Sergio Aguero si trovava in Olanda per assistere ad un concerto del cantate Maluma, suo grande amico. Il sinistro è avvenuto quando il taxy su cui viaggiava ha sbandato improvvisamente finendo la sua corsa contro un palo. Distrutta tutta la parte anteriore della vettura a causa del violentissimo impatto. Per fortuna il Kun Aguero ha riportato solo alcune costole rotte prendendosi però un grande spavento. Il calciatore di Pep Guardiola non potrà essere a disposizione per le prossime gare dei citizens.

Incidente: da chiarire le circostante

Le cause e la dinamica esatta dell’incidente è ancora da capire. Al momento l’ipotesi più plausibile è che sia stata l’andatura sostenuta a provocare il sinistro. L’alta velocità avrebbe portato alla perdita del controllo del veicolo che ha cominciato a sbandare arrestando poi la sua corsa contro il palo. A salvare la vita a Sergio Aguero sono state le cinture di sicurezza allacciate. La forza del colpo ricevuto poteva essere letale se il campione del City non avesse avuto le cinture di sicurezza allacciate. Certamente sarebbe stato priettato in avanti con forza ed i danni avrebbero potuto essergli fatali. Soccorso in ospedale, invece, la stella dell’albiceleste ha riportato solo delle lesioni alle costole con il referto medico che parla di una prognosi di un mese di riposo.

 

Out contro Chelsea e doppia sfida al Napoli in Champions. Guai per l’Albiceleste

Non è un momento felice per il tecnico del City, Pep Guardiola. Dopo aver perso il difensore francese Mendy, per lui rottura del menisco e sei mesi di stop, l’allenatore iberico dovrà fare a meno anche di Aguero. Non ci sarà il “Kun” nel prossimo big match col Chelsea  e neppure nel doppio confronto con il Napoli in Champions League. La tegola Aguero si abbatte anche sulla nazionale. La Selecciòn dovrà fare a meno di lui per le sfide contro Perù ed Ecuador. Due match decisivi per la qualificazione al Mondiale di Russia in programma nel 2018. CONTINUA  A LEGGERE