CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
giovedì, 15 novembre 2018

Uno spettacolare gol di Dzeko, su assist di Kluivert, fa sorridere la Roma e piangere il Torino, ko davanti al proprio pubblico all’89’: successo nel complesso meritato dei giallorossi, che hanno centrato anche tre pali (due con il bosniaco, uno con Kolarov). Un legno anche per i granata (traversa di Rincon). Izzo mura in extremis Pastore, poi Kolarov centra il palo esterno su invito di Dzeko, che poco dopo centra un clamoroso legno: è la Roma a costruire in un match condizionato dal gran caldo e in cui il Torino fatica (bene Olsen in anticipo su Iago Falque) e perde De Silvestri dopo 26 minuti (dentro il neoarrivato Ola Aina). El Shaarawy spreca in contropiede. Poi brividi per Olsen: traversa scheggiata da Rincon. Prima dell’intervallo, Meitè ci mette una pezza a Sirigu battuto sulla botta al volo di Florenzi. Al rientro, Olsen rischia di combinarla grossa sul destro di Baselli: la palla sfugge al portiere svedese, corner. Annullato con la Var l’1-0 di Iago Falque (fuorigioco di Ola Aina). Dentro Cristante e poi Kluivert, si rivede la Roma: Sirigu dice no a Under e a Dzeko, mentre Baselli è decisivo in spaccata su Pastore. Olsen riscatta la mezza papera di prima distendendosi sul mancino di Meitè. Nuovo legno per la Roma. Punizione di Kolarov, testa di Dzeko e il palo salva ancora Sirigu. Contropiede di Belotti: Olsen c’è (e parerà anche su Iago). Poi contatto Fazio-Iago, per Di Bello tutto regolare. Lo 0-0 sembra inevitabile ma all’89’ giocata di Kluivert, magico sinistro al volo di Dzeko che si infila all’incrocio, niente da fare per Sirigu. Forcing finale del Torino ma la Roma porta a casa i primi tre punti. Pesantissimi.