CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
domenica, 24 giugno 2018

La storia di Charlotte:dona i suoi organi e salva la vita a 17 persone. Un angelo. La testa le faceva male. Sembrava una cosa da niente e invece dietro quel dolore fisso si nascondeva il male più infame. Una forma di tumore al cervello particolarmente aggressiva di quelle che fanno scrollare la testa, alzare le mani e assaporare l’impotenza più assoluta davanti alla malattia. I medici non si sono arresi, le hanno provate tutte ma alla fine per Charlotte non c’è stato nulla da fare: il male l’ha strappata all’affetto dei suoi cari a soli 13 anni. Un sorriso che tutti si ricorderanno il suo e che continuerà a vivere. E non è un modo di dire, si perché Charlotte Mitchell, di Devon, nel Regno Unito, continuerà la sua esistenza in altre 17 persone che è riuscita a salvare donando i suoi organi, in un gesto d’amore che commuove le lascia capire il grande cuore di questa bambina che, con un coraggio da leone, ha affrontato la malattia senza arrendersi e cedere di un millimetro A raccontare la sua storia è la mamma Karen: “È successo tutto così in fretta, non abbiano neanche avuto modo di abituarci all’idea della sua assenza”. La ragazza è deceduta all’inizio del mese di maggio.