CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
lunedì, 20 agosto 2018

L’ex pilone di rugby Lorenzo Bocchini è stato arrestato in Inghilterra assieme al fratello e alla cognata. Il 36enne è ritenuto responsabile insieme ai familiari finiti in manette di produzione e spaccio di stupefacenti.

L’ex giocatore di Rovigo e Viadana, riporta l’AdnKronos, è accusato di aver prodotto metanfetamine e di averle vendute nell’area di Little Venice nella capitale inglese. La polizia ha trovato nel suo laboratorio stupefacenti dal valore di 300mila sterline e 33mila pounds, in contanti. Sul Telegraph è precisato che Bocchini non ha contestato le accuse relative al possesso di metanfetamine destinate allo spaccio, definendosi solamente una sorte di custode della merce. La sentenza nei suoi confronti è prevista per il 1° dicembre.

[post-correlato]