CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
lunedì, 10 dicembre 2018

Un uomo di 23 anni, Nicola Della Morte, impiantista e calciatore dilettante dell’Ottava, è stato ucciso nella notte nelle vicinanze del campo sportivo della borgata di Sassari. Ad accoltellarlo al petto è stato un 25enne, Daniele Ventriglia, originario di Carbonia e residente a Sassari, fuggito dopo il delitto e fermato dalla polizia lunedì mattina. L’omicidio è avvenuto intorno all’una.

Come riportato dal sito tgcom24 il Della Morte, originario di Chiavenna (Sondrio), si trovava in un circolo privato vicino all’impianto sportivo insieme ai suoi compagni di squadra e ad altri amici. Si era appena conclusa una stagione calcistica culminata con la retrocessione della squadra locale in Seconda categoria, in seguito allo spareggio perso per 3-1 col Codrongianos sul campo neutro di Nulvi (Sassari).

Arrivato sul posto, l’omicida avrebbe iniziato a infastidire i presenti, importunando in particolare alcune donne che si trovavano nel locale. E’ nata una discussione e il giovane calciatore l’avrebbe invitato ad andarsene, ma l’uomo ha estratto un coltello e lo ha colpito dandosi poi alla fuga.

I carabinieri della Compagnia di Sassari, guidati dal maggiore Fabio Melci, hanno fatto scattare immediatamente le ricerche congiunte, estese a tutte le forze dell’ordine. In mattinata gli agenti della polizia stradale hanno rintracciato il giovane omicida vicino alla chiesa della borgata, non lontano dal luogo del delitto. Il killer non ha rilasciato nessuna dichiarazione e ora è trattenuto nelle camere di sicurezza della questura di Sassari.