mercoledì, 29 marzo 2017
I rilievi dei carabinieri nei pressi di una scuola a Casalnuovo, in provincia di Napoli, dove un uomo è stato ucciso, 10 dicembre 2015. L'uomo, di cui ancora non sono state rese note le generalità, era fermo a bordo di un'utilitaria in corso Umberto, quando è stato raggiunto dai killer che gli hanno esploso contro diversi colpi di pistola. 
ANSA/CESARE ABBATE

Napoli, 26enne suicida al Suor Orsola Benincasa: si è lanciato dal terrazzo

Napoli, 26enne suicida al Suor Orsola Benincasa: si è lanciato dal terrazzo. Poco fa uno studente di 26 anni, Fulvio Romano (questo il suo nome), si è tolto la vita lanciandosi nel vuoto dalle terrazze dell’Università di Corso Vittorio Emanuele. Il suicidio si è consumato sotto gli occhi di amici e colleghi.

 Non si conoscono né le ragioni del tragico gesto. Frequentava la facoltà di scienze e tecniche di psicologia cognitiva e aveva sostenuto tutti gli esami del primo anno. Secondo una primissima ricostruzione, come riporta Il Mattino, il ragazzo si sarebbe tolto il giaccone, sarebbe salito in piedi sul davanzale e si sarebbe lanciato nel vuoto sotto gli occhi di un’amica.

“Ho provato a fermarlo, ma non ci sono riuscita”, ha raccontato la ragazza in lacrime. Il corpo dello studente si è schiantato nel cortile interno dell’Università. Il tonfo della caduta è stato così forte da essere avvertito anche dagli studenti che stazionavano all’ingresso dell’edificio.
[post-correlato]

Immediato l’intervento dei sanitari del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Sospese le lezioni in segno di lutto. Sul posto i carabinieri che hanno avviato le indagini per ricostruire gli attimi precedenti al suicidio. Choc al Suor Orsola Benincasa, dove la notizia del suicido del 19enne ha fatto subito il giro delle facoltà.

Sul caso è giunta anche una nota ufficiale dell’Università: “Sgomento e cordoglio sono i sentimenti dell’intera comunità accademica dell’Università Suor Orsola Benincasa profondamente colpita stamane dalla tragica scomparsa di Fulvio Romano, studente del Corso di Laurea triennale in Scienze e tecniche di psicologia cognitiva. Fulvio era iscritto al Suor Orsola dall’anno accademico 2015-16 – fa sapere la nota -, nel quale aveva brillantemente sostenuto (anche con una lode) ben sei dei sette esami previsti dal primo anno di corso.

“A beneficio della correttezza dell’informazione e soprattutto del rispetto della memoria dello studente e del dolore della sua famiglia – prosegue il comunicato – occorre precisare che stamattina Fulvio Romano non era coinvolto in alcuna attività accademica. Appresa la notizia il Senato Accademico dell’Università Suor Orsola Benincasa ha immediatamente disposto la sospensione di ogni attività didattica in segno di lutto. La famiglia dello studente è stata accolta dal Rettore Lucio d’Alessandro e dalla Prof.ssa Antonella Gritti, docente del Corso di Laurea in Scienze e Tecniche di Psicologia cognitiva.” (TeleclubItalia)