CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
giovedì, 15 novembre 2018

Gli azzurrini della pallanuoto hanno battuto ai rigori la Croazia e hanno chiuso ai Mondiali juoniores, disputati a Szombathely, in Ungheria, al quinto posto. I ragazzi di Carlo Silipo nell’ultimo match del loro torneo iridato si sono imposti per 15-13 al termine dei decisivi tiri da fermo. Dopo aver superato l’Australia 12-6 nella semifinale di consolazione, gli azzurrini confermano contro la Croazia il buon stato di forma fisico e mentale e soprattuto di aver messo alle spalle la sconfitta subita nei quarti contro la Serbia (per 9-6). Contro la Croazia, che l’aveva battuta nel girone preliminare, l’Italia ha saputo soffrire per poi recuperare fino al gol del definitivo pareggio, realizzato da Faraglia in superiorit√† numerica a due secondi dalla fine dei tempi regolamentari (10-10), sei minuti dopo che Paneva aveva segnato il gol dell’ultimo vantaggio croato. Ai rigori azzurri freddi e infallibili: 5 su 5 con Di Martire, Iodice, Faraglia, Condemi e Antonucci. La Croazia ne sbaglia due, di cui uno parato da Maurizi a Culina. L’Italia realizza 100 gol in 8 partite (esclusa la serie di 5 rigori in finale con la Croazia) e il capocannoniere √® Michele Mezzaroba (Pallanuoto Trieste) con 27 reti.