28 ottobre 10:21  |  Basilicata

Potenza, migranti, truffa da 9 milioni di euro: 1 arresto. Un bottino molto interessante per i tre dirigenti di società che si occupano dell’accoglienza  migranti. E’ accaduto nel sud Italia e precisamente tra Potenza e Bari. Le indagini scattate agli inizi di Marzo hanno portato all’arresto, quindi, di un uomo, amministratore unico di una società di Potenza, mentre altre 2 persone legali rappresentanti di altre 2 società sarebbero indagate. Secondo quanto riportato dagli inquirenti vi sarebbero anche altre due persone indagate, rappresentanti di altre società sempre impegnate nellʼ accoglienza dei profughi. L’amministratore unico di una società addetta all’accoglienza dei migranti è stato arrestato dalla polizia a Potenza con l’accusa di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.[post-correlato]L’uomo, secondo quanto riportato dagli inquirenti, sarebbe indagato con altre due persone per turbata libertà degli incanti, in relazione a una procedura aperta per servizi di accoglienza nel Potentino dal 1 marzo al 31 dicembre, del valore complessivo di circa 9 milioni di euro. La polizia ha inoltre sequestrato parte delle quote della società amministrata dall’uomo arrestato. Inoltre, perquisizioni personali e domiciliari sono state disposte dalla Procura potentina nei confronti degli altri due indagati: sono i rappresentanti di altre due società, con sede una a Potenza e l’altra a Bitetto, in provincia di Bari, sempre impegnate nell’accoglienza di migranti.