CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
sabato, 20 ottobre 2018

PADOVA – “Ho paura di tornare a scuola”, è ancora scossa Francesca Redaelli, la professoressa di 60 anni, insegnante di inglese, pestata barbaramente da una mamma del suo alunno dopo aver dato un 4 al ragazzo Una violenza inaudita che le è costata un traumatico risveglio in ospedale con la frattura del setto nasale e un “edema bilaterale esterno”.
“Sono certa che negli ultimi anni è cambiato l’atteggiamento delle famiglie, ma la scuola non può sopperire alle mancanze dei genitori. Siamo arrivati al punto che in alcuni casi evitiamo di ricevere le mamme o i papà da soli, ma siamo affiancati da un collega perché c’è il rischio che venga travisato quel che diciamo”, così  si sfoga la professoressa dopo l’attacco violento subito che vuole incoraggiare all’educazione degli alunni e dei genitori, ma teme per la sua incolumità e quella dei colleghi.
“Io non credo di aver sbagliato, io dico sempre ai miei studenti che prima sono figli e poi alunni, e che le cose funzionano bene se c’è collaborazione fra scuola e famiglia”.