CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
domenica, 23 settembre 2018

Un team di ricerca del MRC Laboratory of Molecular Biology dell’Università di Cambridge ha dimostrato che l’alcol provoca il cancro perché danneggia il DNA delle cellule staminali emopoietiche, cioè quelle dalle quali originano tutte le cellule del sangue e del sistema immunitario. I ricercatori, coordinati dal professor Ketan Patel, hanno trovato il responsabile nell’acetaldeide, un metabolita endogeno e derivato dell’alcol, un sottoprodotto che si accumula nelle cellule quando consumiamo quantità tali di alcol che il nostro organismo ha difficoltà a metabolizzarlo.

Lo studio

Da ricerche fatte su cellule in coltura era già nota la capacità dell’acetaldeide di danneggiare il DNA, ma gli studiosi britannici ne hanno mostrato gli effetti devastanti conducendo alcuni esperimenti sui topi. Dopo aver somministrato etanolo ai roditori ne hanno analizzato i cromosomi e sequenziato del DNA per verificare i possibili danni prodotti dall’alcol. Dalle analisi è emerso che la sostanza può danneggiare o rompere irrimediabilmente la struttura a doppia elica del DNA, producendo un’alterazione permanente: possono quindi prodursi anomalie in tutti i tessuti, che possono proliferare poi in modo incontrollato, scatenando di conseguenza tumori maligni.

fonte: Fanpage