CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
mercoledì, 20 giugno 2018

VENEZIA, 13 GEN – Un’elica di un’imbarcazione ha rotto la condotta principale dell’acquedotto di Venezia e così migliaia di famiglie veneziane sono alle prese con problemi di pressione nelle abitazioni. Veritas, la municipalizzata che gestisce l’erogazione dell’acqua, è al lavoro per riparare il problema, che si è verificato in zona Arsenale ma le operazioni sono difficoltose perché si tratta di un tubo subacqueo che ha richiesto l’intervento dei sommozzatori. A essere tranciata è stata una struttura in acciaio posizionata 40 anni fa e debitamente segnalata. Secondo Veritas, sarebbe stato individuato uno squarcio di 50 centimetri, con residui dello zinco dell’elica e del timone di una imbarcazione da trasporto. Le perdite sono copiose e hanno come conseguenza i problemi di pressione: i tecnici hanno stimato la perdita in almeno 200 litri d’acqua al secondo. A essere coinvolte le utenze dei popolosi sestieri (quartieri) di Castello, San Marco e Cannaregio.

2018-01-13_1131756688