17 settembre 15:06  |  Archivio

Grazie alla termografia, il naturopata portoghese Josè Valdez, propone di diagnosticare

ogni tipo di malattia con il solo calore emesso dal corpo umano: “E’ un sistema

non invasivo, indolore e adatto a tutte le età. Anche in gravidanza”

di Martina Gaudino

Arriva dal Portogallo uno studio innovativo sulla termografia ovvero la tecnica in grado di scansionare il corpo umano attraverso il calore permettendo la diagnosi delle malattie a 360°. A spiegare a Retenews24 le incredibili possibilità di questa pratica, è il naturopata Josè Valdez, il professore che in Portogallo ha innovato il sistema di diagnosi delle malattie.

Artrosi cervicale
Artrosi cervicale

“Nell’antica Grecia i filosofi e medici, come Platone, Aristotele, Ippocrate e Galeno sono stati affascinati dal rapporto tra il calore e la vita – ha spiegato Valdez – lo studio della temperatura permette di valutare la progressione di determinate malattie in modo completamente non invasivo, indolore e per questo adatto anche nei pazienti di piccola età e nelle donne in gravidanza”.

Josè Valdez sta ottenendo numerosi consensi non solo nel proprio Paese, infatti tiene numerosi corsi in strutture ospedaliere pubbliche in Spagna, in Brasile e anche in collaborazione con ospedali inglesi.

Coronarie
Coronarie

COME FUNZIONA IL CONTROLLO TERAPEUTICO DEL CALORE
La termografia è un sistema di monitoraggio efficace che può essere utilizzata in tempo reale in diversi tipi di impieghi e in pochi minuti per malattie di ogni genere semplicemente captando dove si va a concentrare il calore nel corpo umano.

Il professore Valdez, ha stilato un elenco completo delle malattie diagnosticabili attraverso l’innovativo termografo

LEGGI L’ELENCO COMPLETO DELLE MALATTIE

Sempre più persone stanno scegliendo di sottoporsi alla tecnica proprio per la capacità di essere efficiente dal punto di vista diagnostico mantenendo comunque alto il livello di protezione per il corpo non andando ad incidere in alcun modo con radiazioni. A questo proposito, il professore ha spiegato: “Nel cancro al seno, ad esempio, abbiamo notato che la comune mammografia comporta rischi 6 volte maggiori rispetto alla termografia perchè va ad attaccare il seno con onde e radiazioni che possono solo peggiorare la situazione”.

Tumore al seno
Tumore al seno

Sul sito personale del professore, non solo è possibile andare ad analizzare i casi di pazienti umani ma anche animali sottoposti al termografo. Incredibilmente, l’immagine dei corpi, come si vede nelle foto in alto, risulta apparire di colori più intensi laddove si concentra la malattia. CONTINUA A LEGGERE