13 dicembre 17:22  |  Esteri

Un party a pochi giorni dal Natale per riunire gli amici, ma con l’alcol a prendere il sopravvento la festa si è trasformata in una tragedia. Un ragazzo di 27 anni, Anthony Stanford, è morto in una casa di Cleveland (Stati Uniti) dopo aver “giocato” con una pistola insieme all’amico Steven Leannais, bancario 30enne, ora accusato di omicidio colposo.

Come riporta ‘Il Messaggero’, il padrone di casa Steven aveva invitato alcuni amici a casa e poi iniziato una diretta streaming su Facebook. Nel video si notano alcuni di loro giocare con una pistola, passandola di mano in mano mentre accanto si vede una ragazza con una bottiglia di liquore e altri due amici che maneggiano l’arma infilandosela anche in bocca.

Il padrone di casa rassicura gli amici su Facebook dicendo che la pistola è scarica, mentre durante il gioco fa la sua comparsa anche Anthony. Sono le ultime immagini della vittima: per gli investigatori l’unica certezza è che intorno alle 21:50 Steven ha preso in mano l’arma, l’ha puntata contro Anthony e ha fatto fuoco colpendolo al petto

Sul posto sono giunti i soccorsi che non hanno potuto fare nulla per salvare la vita del 27enne. Steven Leannais è stato arrestato e trasportato in una prigione con una cauzione fissata a 10mila dollari: dovrà rispondere di omicidio colposo.

[post-correlato]