CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
venerdì, 21 settembre 2018

Ecco delle notizie importanti per i proprietari di immobili,  per le imposte  Imu e Tasi  le norme restano sempre le stesse. Devono versare l’Imu e la Tasi tutti i proprietari di immobili presenti in Italia e tutti coloro che su di essi sono titolari come l’usufruttuario o chi ha un diritto. Per gli immobili in multiproprietà, l’Imu e la Tasi vanno pagate dall’amministratore. Confermata anche l’esenzione completa per le abitazioni principali dove si abita e dove il cittadino ha la residenza anagrafica, non sono da valutare le abitazioni di lusso e le altre agevolazioni previste come la riduzione al 50% per i comodati padre-figlio  e la riduzione del 25% per gli immobili affittati a «canone concordato».  Da ricordare che quest’anno la scadenza cade per il 2018 il 18 giugno di lunedì, essendo il 16 sabato e  deve essere versata considerando aliquote e con le detrazioni del 2017. E’ necessario considerare le variazioni nella consistenza degli immobili intervenute nel corso dell’anno,  per esempio acquisti, vendite o successioni, il contribuente può sommare l’Imu e la Tasi pagate sommate nel corso del 2017 e versare entro lunedì 18 giugno il 50% di tale importo, per ciascuna tipologia di immobili.
Importante è ricordare che i comuni possono arrotondare all’insù le aliquote, neppure ridurre le agevolazioni previste.

Fonte: Corriere della Sera