17 aprile 09:13  |  Donna

Molte donne lamentano di non sentirsi più desiderate dai propri compagni quando arrivano i figli. Altre, tra pappe, nanne e pannolini, non hanno più energie da dedicare all’eros. Come riaccendere la vita sessuale della coppia quando il terremoto-bambini ha scosso ogni equilibrio?I consigli di Alessandra Graziottin, direttrice del Centro di Ginecologia e Sessuologia medica dell’ospedale San Raffaele Resnati di Milano

PIU’ ENERGIA Riportare a livelli alti l’energia vitale, senza la quale il desiderio latita. Una donna meno stanca è una donna più stimolante. Ecco perché per i primi tre mesi dopo il parto la neomamma deve continuare ad assumere ferro e acido folico, e in generale un multivitaminico con della vitamina C.

NO AL DOLORE Sia che abbia subito un taglio cesareo, sia che abbia partorito in modo naturale e le sia stata praticata l’episiotomia, è consigliabile che la mamma faccia dei massaggi ai genitali con olio di iperico o con del gel di palmitoiletanolamide (PEA), in modo da scongiurare infiammazioni e prevenire il dolore durante l’atto sessuale. A tal proposito, se sussiste anche un problema di secchezza, è utile una crema locale agli estrogeni (promestriene), che aiuta a lubrificare e si può usare anche se si sta allattando.

ATTENZIONE AI CATTIVI ODORI E’ bene che la donna curi le vaginiti recidivanti, che conferiscono un pessimo odore ai genitali e fanno scappare l’uomo. In questi casi bisogna abbassare il Ph normalizzando gli estrogeni vaginali.

MIGLIORARE LA FORMA FISICA E’ sufficiente camminare ogni volta che si può, tutti i giorni, e seguire le indicazioni del libro “I cinque tibetani” (autore: Peter Kelder), dove vengono descritti cinque semplici esercizi che la donna può fare a casa propria su un tappetino, anche mentre i bambini giocano nella stanza accanto, per 30 minuti al giorno.

SEGUIRE UNA DIETA SANA ovvero mangiare il meno possibile tutti i cibi lievitati e quelli dolci. L’alimentazione dev’essere il più possibile varia e ricca di frutta, verdura, legumi, cereali, pesce, uova e carne (2 volte alla settimana). Per chi non mangia carne, è consigliabile integrare il ferro per via orale due volte alla settimana, e per tutte è utile farlo durante i giorni del ciclo mestruale. Avere un emocromo bello, è garanzia di una buona energia vitale, utile anche ai fini di una vita sessuale attiva.

ANDARE A LETTO PRESTO Il sonno è il custode dell’erotismo. Ebbene sì, non solo elisir di bellezza. Dormire almeno sette ore e mezza per notte rende una persona più distesa, ne migliora l’umore e le energie richieste dall’eros. Bambini piccoli permettendo, dunque, è preferibile andare a letto presto la sera, in modo da aver già riposato a sufficienza quando i piccoli si svegliano presto al mattino o durante la notte.

POCO ALCOL Bere, è vero, disinibisce sul breve periodo, e quello stato di ebbrezza può far sembrare tutto più coinvolgente, ma a lungo termine uccide il desiderio e altera il comportamento.

NO AL FUMO è provato che il fumo, oltre a ridurre l’eccitazione, ha un’azione tossica a livello dei genitali, e non solo di quelli maschili. Nella donna, per esempio, induce secchezza vaginale e una minor risposta orgasmica.

CORSA ED ESERCIZI Bastano venti minuti di jogging al giorno per migliorare nettamente l’eccitazione genitale. Per ottimizzare infine la capacità orgasmica sono sufficienti degli esercizi mirati per adduttori addominali ed elevatori dell’ano.

CORTEGGIARSI Stimolare l’eros con un po’ di sano corteggiamento è fondamentale tra due partner, soprattutto quando da coppia si diventa famiglia e si rischia di trascurarsi come amanti. Consiglio quindi di fare di tutto per ritagliarsi una sera a settimana in cui uscire a cena in due