15 maggio 19:11  |  Cronaca

Un pianeta di un altro sistema solare rischia di entrare in collisione con la Terra provocando terremoti e tsunami distruttivi entro il prossimo mese di agosto. Il ricercatore David Meades sostiene l’imminente impatto di un “Pianeta X” che potrebbe portare morte e devastazione.

IMG_0437

Secondo quanto riporta il Sun, i teorici della cospirazione credono che questo impatto potrebbe provocare decine di terremoti con una magnitudo superiore ai 9 gradi della scala Richter, sismi devastanti che darebbero origine a tzunami altrettanto forti a cui potrebbero ottimisticamente sopravvivere solo il 50% della popolazione mondiale. «Siamo in pericolo», avverte il professor Meades, «il tempo sta cambiando a causa del collegamento elettromagnetico plasmatico tra i pianeti e questo potrebbe portare a conseguenze devastanti per il nostro pianeta».

I primi cambiamenti dovuti all’avvicinarsi del Pianeta X si stanno già verificando: come piccoli e grandi terremoti, vulcani che si risvegliano. Con l’avvicinarsi del pianeta i fenomeni aumenteranno fino alla devastante collisione. Meades spiega che nessuno ha ancora lanciato un’allerta perché, a causa dell’inclinazione terrestre, il pianeta è difficilmente individuabile e non si vogliono dare falsi allarmi, ma lui consiglia a tutti di mettersi in salvo entro il prossimo agosto, mese in cui di dovrebbe verificare l’impatto. Poi lo scienziato conclude: «Il presidente Trump potrebbe essere a conoscenza del Pianeta X, come ha indicato nel discorso inaugurale. Ha detto, infatti, che “scopriremo i misteri dello spazio profondo”». CONTINUA