Abruzzo

il  17 giugno 09:30

Rinvenimento ordigno bellico, sgombero degli abitanti di Rivisondoli e Roccaraso

L’Aquila. Si e’ tenuta oggi, presso la Sala Operativa di Protezione civile della Prefettura dell’Aquila, una riunione per la definizione delle operazioni di disinnesco, trasporto e brillamento dell’ordigno bellico rinvenuto il 7 giugno scorso, in localita’ “Pie’ Lucente” nel Comune di Rivisondoli. Le operazioni, che saranno svolte dal Sesto Reggimento Genio Pionieri di Roma, con la collaborazione del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, si svolgeranno nella giornata di martedi 20 giugno, dalle ore 08.30 e presumibilmente fino alle ore 15:00.

I sindaci dei Comuni di Rivisondoli e Roccaraso – fa sapere la prefettura dell’Aquila – disporrano, ognuno con propria ordinanza, lo sgombero della popolazione interessata che verra’ ricoverata in idonea struttura nel Comune di Pescocostanzo. I Comune di Rivisondoli e Roccaraso e gli Enti proprietari delle strade disporrano, ognuno per la propria rispettiva competenza, la chiusura delle arterie ricadenti nell’area interessata, che la Questura dell’Aquila isolera’ coordinando gli aspetti di ordine e sicurezza pubblica. Nello specifico l’Anas provvedera’ a disporre la chiusura della S.S. 17 dal km 134,00 al km 138+300, dalle ore 08:30 alle ore 11:30, mentre per quanto concerne le notizie riguardanti la chiusura delle altre strade interessate, gli utenti potranno rivolgersi alla Provincia ed ai Comuni citati. Nell’area interessata verra’ disposto, a cura dell’Enac presso l’Aereoporto di Pescara, il divieto di sorvolo per il tempo necessario alle operazioni. Saranno inoltre presenti tecnici delle strutture erogatrici dei servizi essenziali, quali Enel, Altosangro Gas srl e Saca S.I.L., che garantiranno eventuali pronti interventi. CONTINUA A LEGGERE 

fonte: Abruzzolive.it