La notizia ha destato molto clamore e sconcerto. Era stata riportata sul sito torinocitta.com qualche giorno fa.

“E’ successo a Torino, un uomo di 55 anni è rientrato a casa prima dal lavoro per fare una sorpresa alla moglie per il loro 25esimo anniversario di matrimonio. Prima di rientrare a casa si è fermato prima dal fioraio per prenderle un mazzo di fiori e poi in pasticceria per prendere un dolce ed una bottiglia di spumante, non sapeva che la sorpresa più grande gliela avrebbe fatta proprio sua moglie. L’uomo non ha suonato al citofono, ha aperto il portone di casa, poi ha preso l’ascensore fino al IV piano come ogni giorno, questa volta con in mano i fiori, il dolce ed il vino. Ma aprendo la porta della sua abitazione qualcosa non quadrava, c’erano dei vestiti della moglie a terra nell’entrate e nel salone e poi un pantalone ed una camicia da uomo e si sentivano dei rumori provenienti dalla camera da letto. L’uomo ha lasciato cadere tutto per terra ed è corso nella camera da dove provenivano rumori “riconoscibilissimi”, aperta la porta si è trovato davanti ad una scena raccapricciante, la moglie 43enne e la figlia 21enne erano a letto con il suo migliore amico, 15 anni più giovane di lui. L’uomo non ci ha visto più dalla rabbia, ha preso una mazza da baseball che teneva nello sgabuzzino ed ha colpito ripetutamente l’amico fino a lasciarlo a terra senza vita. Poi ha buttato in terra la mazza ed ha preso a schiaffi la figlia ed a pugni la moglie. Dopo di che ha chiamato i Carabinieri e si è costituito.”

Questa notizia riportata sul sito torinocitta.com ha fatto il giro del web…ma alla verità era possibile risalire solo alla fine dell’articolo dove si leggevano i nomi del marito e dell’amante…L’uomo deceduto si chiamava Marco Pesce e l’assassino Roberto D’Aprile… la notizia era stata riportata proprio il 1^ aprile.

Benchè purtroppo tali eventi possano in realtà accadere ed abbiano occupato le pagine di giornali in passato…a voi lettori la sentenza