19 maggio 15:39  |  Esteri

ROMA, 19 MAG – “Sono stato detenuto per sette anni senza un’accusa mentre i mie figli crescevano e il mio nome veniva diffamato. Non perdono né dimentico”. Lo scrive su Twitter il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, che da quasi cinque anni si trova bloccato nell’ambasciata londinese dell’Ecuador, dopo che la procura svedese ha deciso di archiviare l’accusa di stupro per la quale era ricercato.

2017-05-19_1191630128