ROMA, 17 MAR – A gennaio 2017 le esportazioni italiane segnano un balzo del 13,3% su base annua, nei dati grezzi, trainate dall’area extra europea. E’ l’aumento maggiore a partire dallo scorso agosto, secondo i dati Istat, e le importazioni crescono ancora di più (+15,5%). Rispetto al mese precedente, l’export aumenta dello 0,5% e l’import diminuisce dello 0,2%. Il saldo commerciale è pari a -574 milioni (in peggioramento dai +34 milioni di gennaio 2016). Al netto dell’energia, si registra un avanzo di 2,7 miliardi di euro. In termini tendenziali, al netto della differenza nei giorni lavorativi (21 a gennaio 2017 contro 19 di gennaio 2016), l’aumento degli scambi con l’estero risulta più contenuto: +10,7% per l’import e +10,1% per l’export. I paesi Aesan (+57% su gennaio 2016), la Russia (+39,4%), la Cina (+36,5%), gli Stati Uniti (+35,8%), il Giappone (+28,8%) e la Germania (+9,6%) sono, tra i principali mercati si sbocco, i più dinamici all’export.

2017-03-17_1171579394