ROMA, 17 MAR – “Si impongono senza ulteriore indugio chiarezza e coraggio su punti essenziali” come “integrazione più stretta e finalmente politica contro il pericolo dei nuovi nazionalismi, che fanno tutt’uno con la demagogia fuorviante e nullista dei movimenti e partiti populisti. Sulla via dell’ integrazione non lasciamoci paralizzare dagli Stati membri dell’ Unione a 27 che non intendano spingersi più avanti”. Lo dice Napolitano in occasione dei 60 anni dei trattati di Roma. E “si cominci con il far fronte al fenomeno delle migrazioni”.

2017-03-17_1171589441