20 marzo 11:49  |  Spettacolo

Piove a dirotto nella notte. Un uomo, in slip e canottiera, gravemente ferito, insanguinato, corre travagliatamente su una bici, al punto da entrare in un cantiere che oramai è tutto un pantano.

Con le ultime forze che gli rimangono, va a infilarsi in una grossa tubatura della conduzione idrica in assemblamento. È là che viene trovato morto, la mattinata seguente.

È stato ammazzato con un colpo d’arma da fuoco. Montalbano comprende che quell’uomo deve essere stato sorpreso nottetempo, mentre dormiva; il killer gli ha sparato, lui ha provato a scappare con la bici, si è celato in quella tubatura, ma la ferita era troppo grave. Pertanto doveva vivere nelle vicinanze del cantiere.

Il commissario riesce dunque a incontrare la sua abitazione e a identificarlo: si tratta del 35nne Gerlando Nicotra, contabile della stessa impresa edile di quel cantiere dove è stato ritrovato morto; viveva con la stupenda consorte tedesca, Inge.