16 agosto 13:10  |  Cronaca

Torna libero Alfredo Romeo, l’imprenditore napoletano al centro del caso Consip. Il Tribunale del Riesame di Roma ha annullato la misura cautelare nei confronti dell’imprenditore che era stato arrestato nel marzo scorso nell’ambito dell’inchiesta Consip. Al centro la storia giudiziaria legata alla presunta corruzione di un funzionario di Consip da parte di Alfredo Romeo, una vicenda riassunta in due termini: la mancanza di esigenze cautelari, a distanza di cinque mesi e mezzo dagli arresti (quattro dei quali in cella, il resto ai domiciliari); i rilievi sull’uso delle conversazioni di Romeo e dei suoi interlocutori raccolte grazie all’ormai famigerato virus-spia Trojan. Come riporta il Mattino, chiara la strategia della difesa di Romeo, i i penalisti Francesco Carotenuto, Alfredo Sorge e Giovan Battista Vignola: partire dalle motivazioni della Cassazione che, un mese e mezzo fa, chiedeva ai giudici del Riesame di sostenere in modo più approfonditi il tema dell’arresto di Romeo