Cronaca

il  19 giugno 12:57

Caso Mariana Manduca: giustizia per la donna uccisa brutalmente dal marito. Arriva la verità

Aveva denunciato bene 12 volte le violenze subite, ma sono sempre rimaste inascoltate. Un femminicidio annunciato quello di Marianna Manduca del quale si è occupata anche la trasmissione “Chi l’ha Visto”, avvenuto circa 10 anni a Palagonia e che oggi trova finalmente giustizia.  La Corte di Appello di Messina ha condannato due pubblici ministeri, riconoscendo in 250.000 euro il danno patrimoniale per l’inerzia della loro condotta. Somma che dovrà risarcire la presidenza del Consiglio dei ministri.

IL CASO– Marianna Manduca, giovane geometra 32enne ha per anni subito le violenze domestiche del marito Saverio Nolfo. Negli ultimi mesi prima della sua uccisione ha più volte dichiarato di essere stata minacciata con un coltello e picchiata in pubblico ripetutamente.  Gli episodi sarebbero stati registrati tutti come “semplici” liti familiari. Il marito della vittima che in un primo momento aveva ottenuto la custodia dei tre figli minorenni nonostante fosse tossicodipendente, adesso si trova in carcere condannato ad una pena di 20 anni di reclusione.  Marianna è stata uccisa con 6 coltellate sferrate all’addome e al torace.