17 luglio 13:27  |  Cronaca

L’ennesima lite condominiale a causa dei rumori molesti finita in tragedia. Un uomo di 41 anni di Vigalfo, una frazione di Albuzzano in provincia di Pavia, nella notte tra sabato e domenica ha tentato di dare fuoco al proprio vicino, un ragazzo di 27 anni. L’autore del gesto è nel carcere di Pavia con l’accusa di tentato omicidio, mentre la vittima è stata ricoverata in gravi condizioni al reparto grandi ustionati dell’ospedale Niguarda di Milano. Secondo il racconto di altri condomini, questa non era la prima lamentela riguardo i rumori prodotti dal vicino. Già in passato c’erano state delle discussioni tra i due. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è avvenuto nella notte tra sabato 15 e domenica 16 luglio, quando l’uomo di 41 anni si è presentato alla porta del vicino, ha suonato, gli ha gettato addosso del liquido infiammabile per barbecue e ha appiccato il fuoco. Immediati i soccorsi, che hanno trasportato il giovane all’ospedale Niguarda di Milano in gravi condizioni. Anche l’autore del gesto è rimasto ustionato, anche se in maniera leggera e ora è nel carcere di Pavia con l’accusa di tentato omicidio. CONTINUA A LEGGERE

 

 

 

(Fonte Tgcom24)