Cultura

il  5 luglio 14:15

Da Pompei la foto che è diventata virale. Cosa faceva quest’uomo prima di morire? La scienza ci dà una risposta

La foto di uno dei calchi in gesso dei corpi conservati a Pompei sta spolando sul web. Si tratta dell’immagine di un uomo morto, nell’Insula Occidentalis, in una posizione che lascia galoppare la fantasia. Scatenato il pubblico dei social tra risate ed ipotesi alquanto fantasiose sugli ultimi pensieri della povera persona morta in un modo terribile.

L’immagine è diventata virale in poco tempo con tutti ad interrogarsi se la vittima dell’eruzione del Vesuvio abbia deciso o meno di passare gli ultimi istanti di vita dedicandosi al sesso fai da tè.

Il clamore degli ultimi giorni ha chiamato in causa la scienza. A dare una risposta il vulcanologo Pier Paolo Petrone che ha dichiarato: “Non c’è modo di dimostrare che l’uomo si stesse masturbando. L’individuo nella foto è un uomo adulto ucciso dal materiale piroclastico e dalla rovente colonna di gas e cenere abbattutasi su Pompei e che hanno ucciso la maggior parte della popolazione che vive intorno al Vesuvio. Le braccia e le gambe del soggetto sono flesse per il caldo”.

Petrone poi chiosa: “Purtroppo, per le persone che ridono in internet, molto probabilmente non è morto facendo quello che amava”. CONTINUA A LEGGERE