CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
mercoledì, 19 dicembre 2018

“Grazie a tutti per il vostro sostegno e supporto in questo momento difficile. Tristemente c’è un falso account di donazioni che portano a fondi e persone che vendono t-shirt e altri gadget sotto il nome di Hayden illegalmente”. Recita così il post social pubblicato dagli account ufficiali di Nicky Hayden. Purtroppo si è subito messa in moto la macchina dello sciacallaggio. Sono numerose le segnalazioni di questi account fake. Si gioca come sempre sull’emotività del momento e sullo choc creato dalla morte del giovane pilota Nicky Hayden deceduto dopo cinque lunghi giorni di agonia e speranza presso l’ospedale Bufalini di Cesena dove era stato ricoverato in seguito all’incidente occorsogli in bici a Misano Adriatico. Per fortuna l’affetto nei confronti del campione del mondo statunitense va ben oltre le becere manifestazioni illegali. Chi entra in gioco in queste situazioni sono persone senza scrupoli che approfittano del dolore e della commozione generale per generare profitti personali.