CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
lunedì, 24 settembre 2018

Ultim’ora: IMMIGRAZIONE, SALVINI DA MATTARELLA:”PRIMA GLI ITALIANI, NON MI FERMO…”

“Un incontro utile, positivo e costruttivo”. E’ questo il primo commento del ministro dell’Interno Matteo Salvini dopo l’incontro, durato oltr mezz’ora, con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Molto cordiale e sui temi del ministero: Immigrazione, confisca beni mafiosi, terrorismo e Libia”, commenta il Colle. Stamattina, quindi, nel faccia a faccia Mattarela non ha concesso concesso la sponda del Quirinale agli affondi del capo della Lega contro la magistratura per i 49 milioni da sequestrare al Carroccio. E anche sulla gestione della vicenda immigrati, che è la ragione formale sulla quale il ministro ha ottenuto udienza, le ultime uscite del vicepremier hanno lasciato molti dubbi sul Colle. Compresa l’ultima sua richiesta, quella di bloccare i porti italiani anche alle navi militari straniere impegnate in operazioni di soccorso nel Mediterraneo. Dal colloquio, per esplicita decisione di Mattarella, sono tagliati fuori “riferimenti e valutazioni sull’azione della magistratura”.

Il no di Mattarella

Nessun margine dunque per la speranza di Salvini, ovvero un qualche intervento del capo dello Stato nell’inchiesta sui rimborsi elettorali. Il leader leghista ripiega perciò su un approccio soft e prova in qualche modo a ricucire dopo le polemiche con il Quirinale, spiegando a Mattarella che i soldi della Lega che la magistratura cerca sono già stati spesi tutti per le iniziative politiche, che non ci sono fondi occulti e investimenti segreti, e che sequestrando tutti i conti correnti il suo partito non potrebbe più svolgere alcuna attività.