3 agosto 08:53  |  Economia

MILANO, 3 AGO – Unicredit chiude il primo semestre 2017 con un utile netto di 1,9 miliardi (+40%). Il risultato del secondo trimestre è 945 milioni di euro (+3,3%) e batte le stime degli analisti che erano per un utile netto di 676 milioni di euro. Al netto degli effetti di cambio derivanti dalla cessione di Pekao l’utile del semestre è di 2,2 miliardi mentre per il secondo trimestre si attesta a 1,3 miliardi. “I risultati positivi raggiunti nel secondo trimestre del 2017 confermano il significativo impatto di Transform 2019 già osservato nel primo trimestre dell’anno. Tutti i nostri team sono rimasti focalizzati sull’esecuzione e sul raggiungimento degli obiettivi del piano”, sottolinea l’a.d, Jean Pierre Mustier. Nel secondo trimestre la banca abbatte il profilo di rischio. Le esposizioni deteriorate lorde si riducono a 53 miliardi (-30% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Crescono i coefficienti patrimoniali. Il Cet1 Ratio Fully Loaded è al 12,80% con 72 punti base dalla cessione di Pekao.

2017-08-03_1031600531