Cronaca

Caso Roberta Ragusa: il figlio chiede di amministrare i beni della madre

di  Redazione  -  7 Giugno 2017

Di Chiara Caminiti

Si torna a parlare del caso di Roberta Ragusa, la donna scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio del 2012 di cui si sono perse le tracce.

Sembrerebbe che il figlio maggiore della donna, Daniele Logli, nominato anche amministratore della sorella minore, abbia fatto richiesta per poter amministrare i beni della madre in base al principio di “assenza” della donna. Il tribunale di Pisa ha accolto la possibilità di tali richieste sostenendo che, essendo Roberta scomparsa da più di due anni, gli eredi possono ora presentare istanza per essere ammessi al possesso temporaneo dei beni, ovvero: l’autoscuola “Futura”, due immobili, un appartamento e tre appezzamenti di terreno all’isola d’Elba oltre ad una liquidità che ammonta a circa 1milione 700mila euro.

Il marito della donna, Antonio Logli, è stato condannato in primo grado ad una pena di 20 anni per l’omicidio della moglie. Il processo è stato fissato in autunno. Si attendono aggiornamenti. CONTINUA A LEGGERE